KDE : configurazione

***

Non sono di certo io a dovervi insegnare come configurare un Desktop Manager semplice come KDE , mi comporterò quindi di conseguenza alle richieste che mi sono arrivate , esplicando quindi alcuni metodi per la personalizzazione di KDE.

Ma subio due parole…

KDE , ovvero K-Desktop-Environment , è sempre stato considerato come l’ “altro” Desktop dei sistemi GNU/Linux , all’ inizio come molti ricorderanno c’era solo il Desktop Gnome , KDE era una società privata e commerciale , ma una volta diventata Opensource divenne subito la scelta principale assieme a Gnome per una parte grandissima deli utenti GNU/Linux.

KDE , a differenza di Gnome che usa le librerie grafiche Gtk , usa le librerie grafiche QT , e già da prima vista risulta un Desktop Manager abbastanza semplice ed intuitivo , se KDE , ha quel qualcosa in più a molti altri Desktop Manager che girano su sistemi GNU/Linux , credo che sia proprio l’ alto livello di personalizzazione dell’ ambiente grafico , che non invade in maniera sproporzionata l’ ambito prestazionale.

Iniziamo però con la personalizzazione di KDE.

Molte cose , che fino a poco tempo fà erano solo per coloro che avevano un hardware perfettamente riconosciuto , oggi grazie al nuovo Xorg ed al nuovo kernel , si allargano alla stragrande maggioranza degli utenti. La BackTtrack è sempre stata una distro “bella” o meglio “figa” o “cool” , e che ha sempre esercitato il proprio fascino.

Prima di cominciare faccio un brevissimo Off-Topic.
Dalla versione 3beta tutti coloro che usano la BackTrack da usb hanno la possibilità di entrare in ambiente grafico con Compiz. Compiz è un vero toccasana per gli occhi , chissà quanti utenti sono passati al mondo GNU/Linux solo per averlo sulla propria macchina , a me personalmente Compiz piace , ma vista l’ abitudine che presi già con ubuntu e poi con debian , ho sempre preferito Beryl al Compiz , e devo dire che anche se in modo totalmente involontario ho sempre il 3D attaccato in condizioni “normali” , questo perché sono più veloce con mouse e tastiera , cambio Desktop molto più velocemente , e sinceramente anche in BackTrack , a meno che non stia facendo qualche prova di pentesting ho sempre il 3D “attaccato”…. ….questo discorso pero e cambiato recentemente , avendo preso un laptop con prestazioni “limitate” , sono passato a Flux , oppure tengo il mio solito KDE ma al 3D non ci penso proprio , e da qui anche la decisione di scrivere a riguardo di Flux.

Se avete la BT installata su HarDisk e volete usare o provare il Beryl , vi consiglio di scaricarvi i pacchetti per la Slackware-12 , più precisamente quelli per la Gnome-Slacky12 , dai repository di Slacky.eu a quest’ indirizzo.

Ora possiamo procedere…

La prima cosa , che faccio è il darvi l’ url di Kde-Look.org , dove vengono postati ed inseriti files e script che possono aiutarvi nella personalizzazione della vostra BackTrack.

Io ho sempre attivo il mio tema Superkaramba , e li prendo naturalmente da Kde-Look.org , dove ce ne sono moltissimi , è una cosa fin troppo semplice , basta aprire Superkaramba da Kde -> Utility -> Desktop -> Desktop Widgest e all’ apertura selezionare New-Staff , dopo aver scelto il tema che preferiamo , cliccate su Dettagli e vi verrà riportato l’url da dove scaricare lo script per il tema da voi scelto , una volta scaricato , clickate su Open Local Theme e selezionatelo dal percorso in cui l’ avete scaricato precedentemente e clickate su Add To Desktop.

Ovviamente se volete potete andare su kde-look.org o deviantart o altri , scaricarvi il pacchetto e mettervelo nel Desktop , basta andare in superkaramba e scegliere come appena detto Local invece di New Staff.

Una cosa che a me piace molto avere nella mia BackTrack , e che molti utenti mi hanno chiesto , sono i colori per il Thunderbird e Firefox , che assomiglino il più possibile a quelli indicati per ubuntustudio , il fatto è che il procedimento è appena-appena più complicato , ma niente di ché…

…il risultato che otterrete per il vostro Desktop sarà il seguente:

***

studio1.png

***

Mentre per Firefox e per Thunderbird sarà una cosa di questo tipo:

***

studio3.png

***

studio4.png

***

Bene , per fare questo bisogna installarsi degli script che sono richiesti per l’ installazione di librerie GTK ed altre QT specifiche sia per Firefox che per Thunderbird , e che consentono di abbinare ai programmi i colori che si usano in KDE normalmente , di di stile-stema , ma facciamo tutto passo-passo.

Per prima cosa andate scaricatevi lo script da quì stud.txt , è un file che ho inserito io visto che su Kde-look.org non lo trovo più , prendetelo e rinominatelo con un’estensione *.kcsrc.

Il file per salvarlo dove cliccarci su con il tasto destro del mouse e fare salva destinazione con nome… …save link as.. e poi appena scaricato , ma anche prima , rinominatelo da *.png in .*txt. , ed una volta scaricato potete anche dargli invece dell estensione txt l estensione *.Kcsrc appositamente per KDEcolorScheme

A questo punto andate nel centro di controllo di KDE e poi su Apparence & Themes , da lì colors ed installate il nuovo tema. Subito dopo l’installazione , ed apportate le modifiche del caso , installatevi le librerie grafiche per KDE , dai repository di Slacky.eu , i nomi da cercare ed installare sono i seguenti:

gtk-qt-engine

gtk-splitter

gtk_theme_switch

e chi vuole , le icone tango style

Una volta installate le seguenti librerie , andate sempre nel centro di controllo di KDE in Apparence e Themes , ed installate la scroll-bar dalla nuova sezione creata con l’ installazione delle librerie e script sopra , denominata Gtk-Styles & Fonts , una volta fatta l ‘operazione spuntate l’ apposita casella per ottenere i colori di sistema che avete in KDE anche in applicazioni NON-KDE , ed il gioco è fatto.

Coloro che lo chiedono , se hanno problemi con l’installazione degli archivi in *tar.gz , riceveranno tranquillamente il pacchetto per slackware in *.tgz , installabile più facilmente , ma che purtroppo per ora non posso inserire.

In molti mi hanno chiesto di come cambiare i colori ll’ interno della propria shell , e quì il discorso è fattibile , ma consiglio come sempre un buon backup dei files che andremo a toccare.

Per cambiare i colori all’ interno della propia shell , si possono usare due strade , la prima e più semplice tocca solo la configurazione di default , e basta andare a selezionare il tipo di carttere in konsole da Setting -> Fonts -> Select , e poi da Setting -> Configure Konsole , scegliere il colore che vogliamo in base a ciò che vogliamo , ma dobbiamo sapere che otterremo un colore univoco in tutta la shell , dove l ‘unica cosa che cambierà saranno i caratteri “stampati” dal sistema , se volete cambiare i colori secondo diversi criteri , non posso che rimandarvi a questi indirizzi , dove l’ argomento è trattato in modo più specifico e non si rischia di cadere in piccole ma fastidiose trappole.

Un’ altra modifica che però posso descrivere è quella del testo del sistema durante il prompt , ad esempio , se in modalità default in BackTrack avremo una shell che riporta i seguenti caratteri:

bt ~ #

Volendo possiamo cambiarli , e per farlo dovremo modificare il file profile che si trova in /etc/ , quindi chi vuole da shell dia il comando:

nano /etc/profile

e aprirà direttamente in koncole il file profile.

Una volta aperto dovremo editare una riga , identificata nelle stringhe seguenti PS1=…

La sintassi che io ho usato per ottenere brigante@HaCkLaB , al posto del testo di default visto sopra è la seguente:

PS1=”\[\e[37;1m\]\[\e[31;1m\]e\e[31;1m\]\e[34;1m\]brigante\e[31;1m\]@HaCkLaB\e[34;1m\]

Occhio alla sintassi ragazzi , è tutto su una riga , fatevi il backup del file così non rischiate nulla…

Bene arrivati a questo punto vi esplicito il mio ultimo cambiamento che ho fatto , sto parlando della creazione nel menù classico di BackTrack di una sezione appositamente dedicata al P2P e al Ripping in genere.

Avendo una connessione Fastweb ho scaricato ed installato aMule Adunanza , che gira a meraviglia in BackTrack , come in tutte le altre Slackware , ho installato una copia di Nero-Linux , e mi sono creato una sezione apposita per il ripping video e per il P2P , ma questa è stata una mia scelta , per il semplice fatto che da sempre sono un appassionato del P2P , e nella sezione ho messo anche Azureus , Ktorrent , ManDVD , DeVeDe e tutto quello che mi serve…

Se qualcuno di voi vuole che venga aggiunto un argomento riguardo una sua personalizzazione , siamo quì che aspettiamo il vostro contributo.

ciao a tutti.

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...